trigger point roma.jpg

RISERVATO A FISIOTERAPISTI

CORSO INTENSIVO 40 ECM

Questo corso abbraccia un approccio funzionale sui trigger points. Questa caratteristica tipica dei corsi proposti da Trigger Point Italia lo rende unico attraverso una visuale integrata caratterizzata da: test analitici e funzionali, trattamento manuale, myofascial release, self-myofascial release, tecniche di allungamento specifiche, esercizi di riprogrammazione.
Le ultime evidenze scientifiche ci suggeriscono che in presenza di un trigger point anche se latente, vi sono alterazioni dei modelli di reclutamento muscolare sia in condizioni di carico che di scarico. Questo è uno dei motivi che rende necessaria un'evoluzione del trattamento tradizionale dei trigger point, che non si basa più sul solo trattamento manuale, ma su un approccio completo che inizia con test specifici e si conclude con rivalutazione e riprogrammazione del gesto motorio.
L'obiettivo è fornire ai partecipanti un approccio completo da poter essere applicato sui propri pazienti ed atleti.

VIDEO

Verra fornito l'accesso al materiale video degli argomenti trattati al corso

Read More >

FATTI TROVARE

Entra nell'elenco nazionale dei professionisti certificati 

Read More >

APP

Tutti i contenuti del corso sempre a portata di mano

Read More >

EBM

I migliori articoli della letteratura internazionale sempre con te

Read More >

CERTIFICAZIONE

Supera l'esame finale e ottieni la certificazione ufficiale Functional Trigger Point 

Read More >

OBIETTIVI DEL CORSO:

L’obiettivo del corso è quello di formare  fisioterapisti esperti nelle tecniche di valutazione e trattamento della sindrome dolorosa miofasciale tramite l’utilizzo di tecniche di fisioterapia conservativa con i seguenti obiettivi formativi:

 

  • Conoscere la patofisiologia dei trigger points e della sindrome da dolore miofasciale

  • Conoscere i pattern del dolore riferito e i meccanismi neurofisiologici della sensibilizzazione centrale

  • Conoscere la localizzazione del dolore riferito per ogni muscolo

  • Individuare, palpare e discriminare i Trigger Point Attivi, latenti, primari, secondari e satelliti

  • Identificare la banda tesa, i trigger points e provocare il dolore riferito

  • Somministrare test analitici specifici per ogni muscolo e funzionali globali, per individuare la presenza di restrizioni della mobilità, della debolezza e degli altri segni associati alla presenza dei trigger points miofasciali 

  • Applicare le migliori tecniche di trattamento supportate da evidenze scientifiche

  • Trattare la sindrome da dolore miofasciale nella sua totalità hand-on e hand-off

  • Correggere i fattori di attivazione e di perpetuazione dei trigger points

  • Sviluppare un programma di trattamento individualizzato ad hoc per ogni paziente

DOCENTI

foto marco rovatti trigger point.jpeg

Dott. Ft. DO Marco Rovatti

DOCENTE

  • Grey Facebook Icon
  • Grey LinkedIn Icon

FISOTERAPISTA

OSTEOPATA mROI

CHINESIOLOGO

Dott. Ft. Riccardo Castellini

DOCENTE

  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey LinkedIn Icon
  • Grey Twitter Icon

FISIOTERAPISTA

PROGRAMMA:

1 SEMINARIO: 

TEORIA:

Introduzione

Storia della sindrome del dolore miofasciale

Caratteristiche e classificazione della sindrome da dolore miofasciale

Caratteristiche fisiologiche del Trigger Point

Segni Clinici dei Trigger Points

Stato dell’arte