Dolore Temporomandibolare: trattamento dei trigger points del muscolo pterigoideo vs farmaci

Aggiornato il: mar 21


Deep dry needling of trigger points located in the lateral pterygoid muscle: Efficacy and safety of treatment for management of myofascial pain and temporomandibular dysfunction. Randomized controlled trial Gonzalez-Perez LM, et al. Med Oral Patol Oral Cir Bucal. 2015. 

Abstract CONTENUTO: Determinare se il dry needling profondo (DDN) sui trigger point (TP) nel muscolo pterigoideo laterale (LPM) riduce in modo significativo il dolore e migliora la funzione, rispetto ai farmaci metocarbamolo / paracetamolo. MATERIALI E METODI: Sono stati selezionati 44 pazienti con dolore miofasciale cronico localizzato nel LPM e sono stati selezionati in modo casuale in uno dei due gruppi (gruppo di controllo DDN, n = 24; gruppo di controllo trattato con farmaci, n = 24). Il gruppo di dn ha ricevuto tre applicazioni di dn del LPM una volta alla settimana per tre settimane, mentre ai pazienti del gruppo di controllo sono stati somministrati due compresse di una combinazione di metocarbamolo / paracetamolo ogni sei ore per tre settimane. Le valutazioni sono state effettuate in pre-trattamento, 2 e 8 settimane dopo la conclusione del trattamento. RISULTATI: Una differenza statisticamente significativa (p <0,05) è stata rilevata per entrambi i gruppi rispetto alla riduzione del dolore a riposo e con masticazione, ma il gruppo di test DDN ha avuto livelli significativamente migliori di riduzione del dolore. Inoltre, sono state osservate differenze statisticamente significative (p <0,05) fino al 70 ° giorno nel gruppo di prova rispetto alla massima apertura della bocca, laterali e movimenti della protrusione rispetto ai valori di pretrattamento. La riduzione del dolore nel gruppo di test è stata maggiore in funzione dell'intensità del dolore alla base. La valutazione dell'efficacia valutata sia dai pazienti che dai ricercatori è stata migliore per il gruppo di prova. Il 41% dei pazienti che hanno ricevuto il trattamento farmacologico concomitante descriveva gli effetti collaterali spiacevoli (soprattutto sonnolenza). CONCLUSIONI: Il DDN di TP nel LPM ha mostrato un'efficacia migliore nel ridurre il dolore e migliorare la massima apertura della bocca, lateralità e movimenti della protrusione rispetto al trattamento con metocarbamolo / paracetamolo. Non sono stati osservati eventi avversi rispetto al DDN.


CONTATTI:
info@triggerpointitalia.com
+393319487499
+39 0360361981
  • whatsapp trigger point
  • White Twitter Icon
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon