DOLORE CERVICALE

Aggiornato il: mar 21


Il dolore cervicale di tipo meccanico è uno dei problemi più comuni legati alla salute nella società moderna.

Precedenti studi avevano stimato che circa il 45-54% della popolazione adulta avrebbe avuto dolore al collo e all’arto superiore in qualche momento della loro vita.

I trigger points miofasciali (MTrP) sono stati considerati come una delle principali cause della sindrome da dolore miofasciale (MPS) con un incidenza dal 30 all’85% in soggetti con dolore muscoloscheletrico come il dolore cervicale.

È stato scoperto che il muscolo trapezio superiore è spesso affetto da trigger point. I sintomi comuni negli individui con Trigger points nel muscolo Trapezio superiore includono un muscolo teso e doloroso, tensione, mal di testa, dolore al collo, vertigini, limitazione della mobilità cervicale e della spalla.

Considerando il ruolo della funzione sinergica del muscolo Trapezio superiore nel ritmo scapulo-toracico durante il movimento della spalla, non sorprende che i trigger points del muscolo Trazpezio possano causare disfunzione e disabilità della spalla.

Il trapezio superiore o discendente (chiamato così per la direzione delle sue fibre) ha un origine in regione occipitale, legamento nucale e dalla spinosa di C7 con un inserzione sul margine posteriore del terzo laterale della clavicola, sull’acromion e sulla spina della scapola. E’ innervato a livello motorio dall’accessorio spinale mentre a livello sensitivo dai rami anteriori di C2, C3, C4. Il suo apporto ematico è garantito dall’arteria cervicale trasversa.

L’azione del trapezio superiore è quella di elevare il cingolo scapolare, addurre e partecipare alla rotazione craniale della scapola che è essenziale nei movimenti dell’articolazione gleno-omerale in particolare dai 90°.

Nel trapezio superiore incontriamo diversi trigger point miofasciali, il più frequente è localizzato nel terzo medio del muscolo ed è presente un secondo trigger point nel terzo laterale.

La fisioterapia attraverso tecniche specifiche svolge un ruolo significativo nel trattamento e nel miglioramento dei sintomi negli individui con Trigger Points miofasciali.

AUTOTRATTAMENTO

Descriviamo di seguito un ottimo esercizio di autotrattamento per poter alleviare il dolore miofasciale.

Mantieni la testa in posizione neutra ed afferra con una presa a pinza come mostra l'immagine una pressione fino a generare una sensazione di dolore sopportabile. Mantieni la pressione e successivamente senza perdere il contatto, fletti il capo dal lato opposto. Tieni la posizione per almeno 30 secondi e ripeti 3 volte la tecnica.

Trigger Point Italia consiglia sempre di chiedere consiglio al proprio fisioterapista specializzato in dolore miofasciale prima di eseguire gli esercizi.

Diventa un fisioterapista specializzato nella gestione del dolore miofasciale certificato, scopri i nostri corsi

Dry needling versus trigger point compression of the upper trapezius: a randomized clinical trial with two-week and three-month follow-up. Ziaeifar M, et al. J Man Manip Ther. 2019.

Gemmell H, Miller P, Nordstrom H. Immediate effect of ischaemic compression and trigger point pressure release on neck pain and upper trapezius trigger points: A randomised controlled trial. Clin Chiropract. 2008

Fishbain DA, Goldberg M, Robert Meagher B, et al. Male and female chronic pain patients categorized by DSM-III psychiatric diagnostic criteria. Pain. 1986

Kietrys DM, Palombaro KM, Azzaretto E, et al. Effectiveness of dry needling for upper-quarter myo- fascial pain: a systematic review and meta-analysis. J Orthop Sports Phys Ther. 2013

Boyles R, Fowler R, Ramsey D, et al. Effectiveness of trigger point dry needling for multiple body regions: a systematic review. J Man Manip Ther. 2015


CONTATTI:
info@triggerpointitalia.com
+393319487499
+39 0360361981
  • whatsapp trigger point
  • White Twitter Icon
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon